Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. 

  • ZETAQLab

    ZETAQLab

    Hardware & Software Engineering
prev next

ZETAQLab

Hardware & Software Engineering

Identifica i componenti del sistema e calcola il risparmio energetico

Sistemi wireless per il controllo dell'illuminazione nelle scuole ed universita 


 

Controllo wireless DALI «broadcast»
Sensori di movimento e di luminosità
Sincronizzazione dei sensori di movimento
Impianti Plug&Play e sistemi centralizzati
Configurazione degli impianti Plug&Play
Gestione dell’illuminazione di emergenza
Calcola il risparmio energetico ed il tempo di ritorno dell'investimento
Altre domande? Leggi le FAQ (Frequently Asked Questions)



 
 
Controllo wireless DALI «broadcast»

Gli apparecchi d'illuminazione dimmerabili DALI in un'aula didattica o nelle zone comuni devono essere cablati al sistema DALI-SENSE, che li gestisce nella modalità "broadcast" e quindi non richiede l'indirizzamento di ogni singolo driver DALI. Questa soluzione semplifica enormemente la configurazione ed il collaudo degli impianti e favorisce le attività di manutenzione da parte degli installatori. Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo “Tecnologie per la gestione della luce”.
Se un apparecchio non può essere collegato al bus di regolazione DALI è possibile utilizzare il sistema ZQ-RF, che lo trasforma in un punto luce wireless.
  Torna su

 
 
Sensori di movimento e di luminosità

Quando l’area controllata è occupata in modo discontinuo è conveniente utilizzare sensori di movimento al fine di abbassare o spegnere gli apparecchi d’illuminazione nei momenti in cui l’area non è presidiata. Se oltre all’illuminazione artificiale è presente anche un minimo contributo di luce naturale allora è conveniente utilizzare un sensore di luminosità. Ciò permette di mantenere costante il livello luminoso sulla superficie di riferimento (piano di lavoro) al variare del contributo di luce solare.
Il sistema DALI-SENSE integra entrambe le tecnologie di rilevamento prima descritte. Durante la configurazione Plug&Play potrai decidere se attivare il sensore di movimento, quello di luminosità oppure entrambi.
Se vuoi utilizzare il sensore di movimento ricordati di posizionare il sistema DALI-SENSE in modo che possa vedere anche i movimenti più lievi, eseguiti ad esempio da chi lavora al PC, verificando sul datasheet l'area di copertura del sensore.
  Torna su

 
 
Sincronizzazione dei sensori di movimento

Grazie alla comunicazione wireless ogni sensore DALI-SENSE può comunicare a quelli adiacenti la presenza di persone nella sua area di copertura. In questo modo è possibile realizzare logiche di gestione avanzate che garantiscono il massimo comfort illuminotecnico, ad esempio nel controllo di ampie aule didattiche occupate parzialmente o per garantire un livello minimo di "background" nei corridoi quando le aule sono occupate. Chiaramente tutte queste funzionalità possono essere disabilitate, rendendo DALI-SENSE un semplice sistema di controllo stand-alone.
  Torna su

 
 
Comandi manuali e centralizzazione del sistema

Il multisensore DALI-SENSE dispone di un ingresso digitale per il collegamento di un pulsante standard normalmente aperto. Ciò permette di gestire gli apparecchi d'illuminazione, oltre che tramite sensori, anche manualmente con la funzionalità Touch&Dim (accensione, spegnimento e regolazione).
Come tutti i sistemi ZETAQLAB, anche DALI-SENSE può lavorare come soluzione stand-alone (Plug&Play) oppure essere gestito con hardware e software aggiuntivi. Tali componenti opzionali permettono di gestire gli apparecchi ed i sensori, oltre che con le modalità prima descritte, anche con programmazioni orarie, comandi software ed integrazioni con contatori di energia, sistemi di Building Automation e BMS. Grazie al software C-LIGHT è inoltre possibile gestire l’impianto da remoto con soluzioni Intranet e/o Cloud based. Puoi trovare ulteriori informazioni utili sull’argomento nella sezione FAQ (Frequently Asked Questions) oppure puoi rivolgerti ai nostri tecnici, disponibili per supportarti nella progettazione dell’impianto.
  Torna su

 
 
Configurazione degli impianti Plug&Play

I sistemi ZETAQLAB possono essere configurati in modo estremamente semplice ed intuitivo tramite l’applicazione ZQ Light Link, disponibile per smartphone Android ed iOS. Tramite il gateway Bluetooth RF-GATE l’applicazione comunica con i controller ed i sensori presenti nella rete wireless 868 MHz di ZETAQLAB. Ogni nodo è individuato tramite lampeggio intermittente della lampada o del LED di stato del sensore e può così essere inserito in un «gruppo» di lavoro. Per ogni gruppo di nodi wireless puoi configurare la modalità di lavoro in base ai sensori di movimento e/o di luminosità, selezionando tutte le temporizzazioni ed i livelli luminosi desiderati nei vari stati operativi. Una volta terminata la configurazione il gateway RF-GATE non è più necessario sull’impianto, a meno che lo si voglia utilizzare come pulsantiera wireless.
  Torna su

 
 
Gestione dell’illuminazione di emergenza

Grazie al software C-LIGHT è possibile eseguire automaticamente i test sui soccorritori (UPS) e sui dispositivi per l’illuminazione di emergenza, cioè su apparecchi autonomi con kit batteria DALI e/o sui controller ZQ-SENSE, permettedo di esportare il registro delle varie attività svolte. Ciò permette di realizzare un sistema di diagnostica centralizzata secondo la norma EN50172. Puoi trovare ulteriori informazioni utili sull’argomento nella sezione FAQ (Frequently Asked Questions) oppure puoi rivolgerti ai nostri tecnici, disponibili per supportarti nella progettazione dell’impianto.
  Torna su

 
 
Calcola il risparmio energetico ed il tempo di ritorno dell'investimento

Il risparmio energetico dei nuovi impianti d’illuminazione rispetto a quelli precedenti è facilmente quantificabile se si considerano solo i consumi degli apparecchi utilizzati.
Grazie al software TCOlight, sviluppato secondo la norma EN 15193, è ora possibile stabilire anche i vantaggi energetici ed economici introdotti dai sistemi di controllo. TCOlight calcola in modo professionale il risparmio energetico dell’impianto considerando l’ubicazione geografica, il contributo di luce naturale e le altre condizioni di utilizzo del sistema, permettendo inoltre di quantificare il tempo di ritorno dell’investimento.
  Torna su

 
 
Altre domande? Leggi le FAQ (Frequently Asked Questions)

Per approfondire la conoscenza delle nostre soluzioni ed in generale delle tecnologie per il controllo dell’illuminazione, soprattutto quelle legate alla comunicazione wireless, ti consigliamo di dedicare qualche minuto alla lettura della nostra sezione FAQ (Frequently Asked Questions), dove abbiamo cercato di sintetizzare tutto il nostro know-how e le risposte alle domande che più frequentemente ci vengono poste.
 
  Torna su